IMG 0677C’è bisogno di più Europa, un’Europa più solidale, più coesa, più verde e più libera dai lacci di alcune procedure di partecipazione. Questo è il messaggio che venerdì 7 maggio, in occasione di Agorà, l’assemblea di simulazione del Parlamento Europeo organizzata dall’IISST Majorana-Maitani di Orvieto in collaborazione con l’associazione Apertamente Orvieto, hanno lanciato i ragazzi e le ragazze delle scuole di Orvieto, Terni, Acquapendente e Follonica.

IMG 0680Finalmente in presenza, dopo due anni di esperienza di dibattito on line, vestiti con giacca e cravatta e tailleur eleganti, gli studenti hanno dato vita a sei ore di acceso confronto dando prova di grande competenza sulle tematiche legate alla globalizzazione, le sue implicazioni negative e le sue prospettive. L’assemblea ha rappresentato il momento finale di un percorso iniziato a febbraio che ha visto gli studenti delle scuole partecipanti riunirsi on-line in commissioni, proprio quelle del Parlamento Europeo, per redigere insieme una proposta di legge su tematiche che farebbero tremare i polsi ai più esperti analisti politici.

IMG 0696Potrebbe infatti sembrare fuori dalla portata e dall’interesse di un adolescente di oggi discutere su come l’Europa possa adottare politiche efficaci per rendersi indipendente da Washington e da Pechino, sulle politiche concrete per attuare il Green Deal entro il 2050, su come correggere l’asimmetria dello sviluppo mondiale, su come ampliare e rendere universale l’accesso alle cure, su come contrastare le disuguaglianze e la violenza di genere; invece i nostri studenti ci hanno dimostrato, diversamente da quanto con troppa superficialità ci racconta la vulgata, quanto la loro generazione sia interessata alla politica, quella politica alta e disinteressata che indaga e cerca di trovare soluzione alle ingiustizie e alle disuguaglianze a cui i nostri ragazzi sono invece molto attenti.

IMG 0715Guidati dalle loro chairperson, studenti con già una pluriennale esperienza nel dibattito, i nostri delegati hanno chiesto all’Europa, dialogando in inglese e in italiano, di diventare un soggetto attivo per la pace, di trasformarsi in un centro propulsore di innovazione e cultura, sempre in un’ottica green, di impegnarsi per il benessere fisico e psichico dei suoi cittadini senza dimenticare anche chi, nel resto del mondo, non gode delle stesse nostre opportunità, secondo quel principio di solidarietà che sta alla base dei trattati europei e della stessa idea di Europa.

IMG 0687Con le note dell’Inno alla gioia e di Imagine, intonate dal coro dell’Istituto Majorana-Maitani, con il ricordo della figura e delle parole del presidente del Parlamento Europeo David Sassoli che aveva aperto la stessa assemblea nel 2019 ricordandoci il valore dell’impegno dei giovani e della gentilezza, ci è sembrato davvero di poter costruire un futuro nel quale tacciano gli echi delle bombe e il rullio dei carri armati che ora risuonano alle porte d’Europa.

 

 Le risoluzioni